I nostri piatti

Antipasti, primi, secondi...

Venezia e le sue isole non sono solo piene di storia, cultura, architettura e mare … ma anche di ottimi e deliziosi piatti gastronomici!

La cucina tradizionale veneziana è sempre stata molto ricca di sapori e ingredienti locali. Acqua, terra e cielo sono sempre stati fonte di materie prime di grande qualità, ottime basi per una notevole varietà di specialità gastronomiche.
Dal mare della laguna veneta ecco il pesce e i molluschi; dalla terra dell’isola di Sant’Erasmo gli ortaggi, come le famose castraure; dall’entroterra veneziano il mais per la polenta e le carni d’allevamento; dal cielo la selvaggina.
Il tutto condito con le spezie e le tradizioni, importate nell’arco di un millennio, dai mercanti e dagli emissari della Serenissima, di ritorno dai loro viaggi nel mondo.

La gastronomia veneziana affonda le sue radici nei sapori mediterranei più tradizionali. La sua vicinanza al mare fa sì che una buona parte dei piatti tipici di Venezia siano basati sui prodotti freschi della laguna (pesce e frutti di mare), con l’aggiunta di altri ingredienti fondamentali come il riso, le verdure o la polenta.

Le basi della cucina veneziana sono molto semplici: poco olio di oliva e spesso a crudo; burro sempre di buona qualità; lardo di maiale, perché è molto gustoso e dà un tocco speciale ai cibi, specialmente nella pasta e fagioli; sale grosso e fino rigorosamente marino; pepe nero e bianco in grani e macinato; bacche di ginepro per gli arrosti, cannella in canna, noce moscata, chiodi di garofano, timo, semi di finocchio o cumino, zenzero intero o macinato, rafano o kren, coriandolo, ecc. E ancora aglio, cipolle, scalogno, sedano, carote, foglie di alloro, prezzemolo.

I piatti più tradizionali sono il famoso baccalà mantecato, a base di stoccafisso, olio e aglio; le sarde in saor, sardine fritte marinate con aceto e cipolla; il fritto misto, un mix di pesce di laguna e verdure; gli spaghetti con le vongole o al nero di seppia; le “Sepe col nero”, le seppie cotte nel loro inchiostro. Ma a Venezia si mangia anche tanto risotto, preparato con le verdure di stagione; a Burano, in particolare, è famosissimo il Risotto di Gò, un risotto preparato con un brodo di pesce ottenuto dal ghiozzo, un piccolo pesce tipico della laguna veneta.
Non dimentichiamoci poi della famosa “pasta e fazioi”, un piatto popolarissimo a Venezia, preparato sia dai grandi chef dei ristoranti di classe, che nelle piccole osterie, perfetta sia nei mesi freddi invernali, ma anche servita tiepida nei mesi estivi!

Per quanto riguarda la verdura, il primo posto spetta senz’altro a una prelibatezza del menù veneziano: le “castraure”, carciofi coltivati solo nelle isole della Laguna.

E poi il radicchio di Treviso, di Castelfranco e di Chioggia, servito crudo, cotto alla griglia o al forno, con la pancetta.

In primavera poi gli asparagi di Bassano o di Chioggia e i piselli dell’isola di Sant’Erasmo.

E per ultimi i dolci, che nella tradizione veneziana sono molti, partendo dal famosissimo tiramisù, i buonissimi bussolà di Burano, la crema fritta, gli zaeti e moltissimi altri.

 

Dai uno sguardo al nostro menù.

Orari di apertura

Ristorante
12:00 - 17:00
Chiusura cucina
16:00
Giorni di chiusura
Martedì e Mercoledì

Dove siamo

Indirizzo:
Piazza Galuppi 113-115
30142 Burano
Venezia
Italia